neccessità supporto legale per non vaccinare?

Questo forum è dedicato alla dermatite nei bambini. Per le esperienze più personali si rimanda alla sezione riservata agli iscritti, dedicata alle nostre storie.
danysampy
Messaggi: 653
Iscritto il: 14/10/2011, 0:34

neccessità supporto legale per non vaccinare?

Messaggioda danysampy » 12/11/2011, 1:39

salve amici coem sapete mio marito e io abbiamo deciso di non vaccinare anna ..continuano ad arrivarci lettere dall'asl per presentarci alle vaccnazioni ma non andiamo mai..una mia amica però mi ha detto che non basta ignorare questi richiami ma bisogna andare alla asl e fare un incontro e altre cose..etc..voi ne sapete qualcosa? non vorrei finire in tribunal eaccusata di incuria verso anna...sarebbe il colmo..

jana
Amministratore
Messaggi: 958
Iscritto il: 12/03/2009, 11:16
Località: Sassari

Re: neccessità supporto legale per non vaccinare?

Messaggioda jana » 12/11/2011, 12:22

dany il comilva si occupa di tutto ciò http://www.comilva.org/
tempo fa scrissi anche al presidente che mi rispose appunto che loro offrono anche supporto legale
appena riesco rintraccio il post che era sul forum vecchio, comunque se spippoli sul sito, trovi molte info e c'è anche un forum (tra l'altro in uno parlano di dermatite atopica guarda un po')
The greatest enemy of knowledge is not ignorance, it is the illusion of knowledge. (Stephen Hawking)

acicca
Messaggi: 818
Iscritto il: 13/10/2011, 19:11

Re: neccessità supporto legale per non vaccinare?

Messaggioda acicca » 12/11/2011, 22:35

A noi dopo non esserci presentati alla data indicata ci hanno chiamato per saperne il motivo. Dopo aver detto che non intendevamo fare il richiamo per Francesca ci hanno spedito un modulo del tipo "dissenso informato" o giù di lì.
Da allora non ci hanno più chiamato.
Siamo anche noi in Lombardia quindi dovremmo avere la stessa legge anche se poi magari ogni asl ha le sue procedure.

danysampy
Messaggi: 653
Iscritto il: 14/10/2011, 0:34

Re: neccessità supporto legale per non vaccinare?

Messaggioda danysampy » 13/11/2011, 0:05

io credo di essere al decimo rikiamo a fare il vaccino che ho nuovamente ignorato e a me non hanno mai rikiamato però questa mia amica mi ha detto ke questa tecnica dell'ignorare non basta...ok grazie per le preziose info a te jana e ad andrea..ora vado sul comilva...

silvia
Messaggi: 1
Iscritto il: 02/12/2011, 18:09

Re: neccessità supporto legale per non vaccinare?

Messaggioda silvia » 08/12/2011, 18:29

ciao, io non ho vaccinato il mio Lele. Quando ho chiamato per avvisare che non sarei andata all'appuntamento indicato, mi è stato fissato un appuntamento con un medico dell'ASL, a cui ho spiegato le mie motivazioni. Al chè semplicemente mi è stato detto che Lele sarebbe stato tolto dalle liste per l'invio di lettere di richiami vari e che sarebbe arrivata direttamente a lui, al compimento dei 18 anni, una lettera di invito per le vaccinazioni, potendo lui scegliere liberamente con il raggiungimento della maggiore età.
Ad ogni modo penso sia importante tenere presente che con il 2011, anche in Italia non is possa più parlare di vaccinazioni obbligatorie (come vuole la comunità europea), ma solo consigliate.
Per informazione, consiglio il libro: BAMBINI SUPERVACCINATI di EUGENIO SERRAVALLE, leone verde editore.
Al massimo Daniela, ne possiamo parlare a voce, tanto abtiamo a 500 m di distanza...
Buona giornata, Silvia.

acicca
Messaggi: 818
Iscritto il: 13/10/2011, 19:11

Re: neccessità supporto legale per non vaccinare?

Messaggioda acicca » 08/12/2011, 19:42

Ben arrivata Silvia,
anche noi non abbiamo fatto i richiami a Francesca dopo che le è spuntata la DA.
Adesso aspettiamo qualche comunicazione, perchè non ci siamo presentati alle vaccinazioni per Max settimana scorsa.

Il libro è molto interessante e ci fa capire come mai avremo una popolazione di allergici.

danysampy
Messaggi: 653
Iscritto il: 14/10/2011, 0:34

Re: neccessità supporto legale per non vaccinare?

Messaggioda danysampy » 10/12/2011, 1:27

ciao cara silvia evviva benvenutaa te e al piccolo lele...è veramente strano come ci siano tanti modi differenti in cui stiamo sperimentando la non effettuazione del vaccino..a me non ha detto nulla nessuno anche s enon mi sono mai presentata e a dire il vero senza nemmeno dare giustificazioni..una mia amica invece un mese fa è stta chiamata dalla asl che le ha detto quando ha intenzione di occuparsi della figlia visto che non le ha fatto dei richiami ai vaccini..boh..comuqnue io anna non l'ho vaccinaa..certo silvia che s ene parlerà a voce..a presto..

jana
Amministratore
Messaggi: 958
Iscritto il: 12/03/2009, 11:16
Località: Sassari

Re: neccessità supporto legale per non vaccinare?

Messaggioda jana » 10/12/2011, 11:28

una mia amica invece un mese fa è stta chiamata dalla asl che le ha detto quando ha intenzione di occuparsi della figlia visto che non le ha fatto dei richiami ai vaccini
che frase del c.z.o! instillare il senso di colpa con frasi del genere... forse non hanno capito che per occuparsi di più dei figli ci vuole semplicemente meno omertà e più informazione
The greatest enemy of knowledge is not ignorance, it is the illusion of knowledge. (Stephen Hawking)

danysampy
Messaggi: 653
Iscritto il: 14/10/2011, 0:34

Re: neccessità supporto legale per non vaccinare?

Messaggioda danysampy » 11/12/2011, 1:56

eh sì jana e la rabbia + grande è ke agiscono in modo così superficiale sullapelle dei nostri figli...purtroppo nascondendo verità importanti..

danysampy
Messaggi: 653
Iscritto il: 14/10/2011, 0:34

Re: neccessità supporto legale per non vaccinare?

Messaggioda danysampy » 01/03/2012, 0:11

oggi ho avuto l'incontro con la dottoressa responsabile dell'ufficio igiene dell'asl riguardo le mancate vaccinazioni di anna...in lombardia ma non in tutte le regioni italiane le vaccinazioni sono ancora raccomandate e obbligatorie però la signora ci ha detto ke le leggi stanno ancora cambiando sono molto + blande e non c'è nessuna persecuzione penale.
noi abbiamo puntato tutto sulla richiesta di garanzie dell'innocuità dei vaccini..lei ci ha detto che le garanzie non esistono..che non possono essere date garanzie...a sostegno del suo dire ci ha portato l'esempio di coem anche la tachipirina, farmaco dato tranquillamente, non sia in realtà garantito nel senso che bambini particolarmente sensibili e predisposti possono subire a causa di essa danni gravi e allora io le ho kiesto:"e perkè allora non si fanno degli esami per capire a priori se un bambino potrebbe subire danni somministrando vaccini essendo magari predisposto che ne so alle allergie per familiarità?" ma lei ha scosso la testa e ha detto che esami del genere non esistono.
i vaccini li ha definiti sicuri. però non possono essere date garanzie che non creeranno danni se un bambino è predisposto a subirne.
un bel dilemma..
ha ammesso che la dermatite atopica può subire recrudescenze importanti per i vaccini ma comunque passeggere (sì..sti ..azz..sai quanto passa alla svelta la recrudescenza...scusate questo è un mio personalissimo commento)
comunque ha concluso dicendo che se in qualsiasi momento noi decidiamo di vaccinare anna basta chiamare e loro iniziano con le vaccinazioni altrimenti le riproporranno ad anna stessa al compimento del suo diciottesimo anno di età.

per ora noi non vacciniamo...anche se fra tutte quelle che ci ha raccontato mi è venuta la fobia del tetano che c'è nella terra ed entra anche attraverso piccole ferite (ha dettoa nche dalle spine delle rose..) e poi anche quello contro il papilloma virus essendo anna una bimba...
ah nessun problema ha detto nel caso volessimo fare le vaccinazioni una alla volta. nel senso non la esavalente ma le monovalenti..mentre ha detto che comunque anna verrà segnalata ai dirigenti scolastici non essendo stata vaccinata


Torna a “La dermatite nei bambini”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti